Un grande cerchio: 13 ragazzi di Villa Viviana, di cui 4 nuovi, 23 “indigeni”, due ragazze woofer presso un’azienda agricola locale e il nostro don Martin. La volta scorsa eravamo 31, questa 34. In totale 17 ragazzi di Villa Viviana sono venuti almeno una volta, 23 gli italiani.

Ci stava bene il planisferio che abbiamo attaccato nella stanza: Bangladesh, Congo, Eritrea, Ghana, Italia, Mali, Pakistan, Senegal, Russia, USA. Come non vedere in questo una straordinaria ricchezza? Una grande occasione?

Abbiamo continuato ad aggiungere nomi sul foglio di carta ma abbiamo fatto anche un passo più in là: ognuno doveva dire qual era la sua lingua originale, al di là di italiano, inglese o francese. Eccole:

 

Lingua Codice internazionale di classificazione dei linguaggi Paesi delle persone che parlano tale lingua
Arabic ISO 639-3 ara Pakistan
Bambara ISO 639-3 bam Mali
Bengali ISO 639-3 ben Bangladeh
Pulaar ISO 639-3 fuc Senegal
Punjabi ISO 639-3 pnb o pan Pakistan
Soninke ISO 639-3 snk Mali
Tigrinya ISO 639-3 tir Eritrea
Twi ISO 639-3 twi Ghana
Urdu ISO 639-3 urd Pakistan, Bangladesh
Wolof ISO 639-3 wol Senegal

Abbiamo recuperato i codici internazionali di classificazione delle lingue parlate nel mondo perché ci serviranno, ma di questo parleremo un’altra volta.

La filosofia Ubuntu è stato il pernio della discussione, che si è svolta, inevitabilmente, in italiano, francese, inglese, figlinese… Svariati gli inciampi e gli equivoci, ma sono benvenuti perché danno aria al discorso, demolendo un’atmosfera accademica che sarebbe mortifera e controproducente. Mi rimbrotta Luana – Da’ retta hosino, t’ho appena detto che unn’ho studiato, se tu mi parli francese ‘un capisco nulla…” – che m’ero confuso … tutti ridono.

La filosofia Ubuntu, sulla quale don Martin ha colto la palla al balzo, come sa fare lui: – Attenti alle tante risposte che l’Europa sembra poter dare alle vostre tante, inevitabili, domande.  Non saranno tutte risposte buone per voi. Dovete – ma dobbiamo anche noi – imparare a selezionare quelle giuste. L’esempio del riciclaggio di vecchi computer, rendendoli di nuovo efficienti con Linux Ubuntu è perfetto: a costo quasi zero potete avere quello che “normalmente” vi sarebbe costato non meno di 300 €.

Torneremo in maniera approfondita su tutto questo. Le idee abbondano, le cose da fare saranno tante.

Abbiamo condiviso cibi e bevande semplici. Poi giochi e discussioni.

Il tempo è volato.

Annunci